Tu sei qui:Home / Ricerca e terza missione / Relazione descrittiva attività 2011-2013

Con Decreto n. 3173 del  30.09.2021  è stato costituito il  Dipartimento di Ricerca e Innovazione Umanistica. Contestualmente il Dipartimento Studi umanistici "DISUM" e il Dipartimento Lettere lingue arti. Italianistica e culture comparate "LELIA" sono cessati per confluire nella nuova struttura.
I contenuti del presente sito non sono più aggiornati.



Relazione descrittiva attività 2011-2013

Il Dipartimento di “Lettere, lingue, arti. Italianistica e culture comparate” svolge una intensa attività di “Terza missione” - entrata nelle linee guida dell'ANVUR -, nei campi di pertinenza delle discipline afferenti al Dipartimento stesso. In ragione della morfologia disciplinare del Dipartimento, le attività sono molteplici e variegate e classificabili nell'ambito del “Public Engagement” e della “Formazione continua”.

Il monitoraggio delle attività di “Terza missione” è affidato ad una apposita Commissione, nominata con delibera del Consiglio di Dipartimento – seduta del 9 giugno 2014 – con il compito di verificare e valutare le suddette attività.

Nei tre anni di riferimento della SUA-RD (2011, 2012 e 2013), sono stati organizzati e monitorati numerosi EVENTI DI PUBBLICA UTILITÀ APERTI ALLA COMUNITÀ: tavole rotonde, presentazioni di volumi, premi, mostre, conferenze, convegni pubblici, festival, laboratori di scrittura.

I componenti del Dipartimento hanno inoltre partecipato attivamente a INCONTRI PUBBLICI ORGANIZZATI DA ALTRI SOGGETTI: Salone Internazionale del Libro di Torino, Festival Internazionale della Poesia di Genova, Festival Letterario della Sardegna, Festivaletteratura di Mantova, Association “Stendhal” di Grenoble, Società “Dante Alighieri”, Fidapa, Triennale Design Museum, Mediateca Regione Puglia.

All'interno del Dipartimento si svolge inoltre una intensa attività di diffusione di contenuti scientifici attraverso la creazione e l'aggiornamento di SITI WEB: www.grec.uniba.it, www.cinquecentofrancese.it, www.pugliaindifesa.org, www.viaggioadriatico.it, www.neurohumanities.eu.

Per ciò che attiene alle INIZIATIVE DI ORIENTAMENTO E INTERAZIONE CON LE SCUOLE SUPERIORI, il Dipartimento promuove annualmente la presentazione dei propri corsi di laurea presso alcuni licei della regione; organizza attività seminariali e di approfondimento su contenuti di didattica delle lingue. Ad un PUBBLICO DI BAMBINI E GIOVANI sono rivolte alcune iniziative divulgative, volte alla conoscenza del patrimonio museale locale.

Nelle PUBBLICAZIONI CARTACEE E DIGITALI DEDICATE AL PUBBLICO ESTERNO, viene prestata particolare attenzione al territorio pugliese e non solo.

Nel 2013 taluni componenti del Dipartimento hanno partecipato alla formulazione di programmi di pubblico interesse (POLICY-MAKING), hanno promosso L'USO DA PARTE DELLA COMUNITÀ DI EDIFICI STORICI UNIVERSITARI (Palazzo San Giacomo), hanno PARTECIPATO A INIZIATIVE IN COLLABORAZIONE CON ENTI PER PROGETTI DI SVILUPPO URBANO E VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO ed hanno infine preso parte a TRASMISSIONI RADIOFONICHE DI LIVELLO NAZIONALE.

Per ciò che attiene al Public Engagement, il Dipartimento ha progettato e svolto le attività in coerenza con i propri obiettivi di ricerca e didattica. L'analisi di tutta l'attività ha fatto emergere consapevolezza di programmazione, validità e congruità di risultati.

Il Dipartimento, con la varietà dei settori scientifico-disciplinari che aggrega, si è orientato sempre verso iniziative finalizzate a rispondere agli effettivi bisogni sociali: culturali, cultuali, linguistici, storico-artistici, geografici e territoriali; le stesse iniziative sono state comunicate e rese visibili al fine di promuovere una più ampia partecipazione di pubblico.

Nella riconosciuta necessità di monitorare le attività organizzate e realizzate, il Dipartimento tende alla elaborazione di parametri e indicatori oggettivi di valutazione dell'impatto sulla società.

Per ciò che riguarda la FORMAZIONE CONTINUA, il Dipartimento persegue l'obiettivo di garantire attività formative rivolte a soggetti adulti, occupati o disoccupati, al fine di migliorare il livello professionale. In particolare le attività svolte nel triennio di riferimento sono rivolte specificamente alla didattica delle lingue.

Consapevole del potenziale di risorse da utilizzare per le attività di Formazione Continua, il Dipartimento va elaborando iniziative atte al migliore impiego delle stesse.

 

In linea con il Piano strategico di Ateneo e con le Politiche di qualità, il Dipartimento si prefigge la verifica e l'incentivazione delle attività di “Terza missione”, nonché il consolidamento e l'ampliamento delle forme di interazione con il territorio.

Per il raggiungimento di tali obiettivi il Dipartimento ha programmato di costituire un capitolo di spesa dedicato alle attività di “Terza missione” (delibera Consiglio del 22 gennaio 2015) e di affidare alla apposita Commissione, nominata dal Consiglio, i compiti di:

a) aggiornarsi rispetto agli orientamenti nazionali e di Ateneo in materia;

b) ragguagliare i colleghi riguardo agli stessi orientamenti;

c) raccogliere i dati e la documentazione di supporto relativi agli eventi e alle iniziative realizzate dal Dipartimento;

d) classificare tali dati attraverso apposite schede che vanno a costituire un data-base dipartimentale;

e) dare visibilità, nella pagina dedicata alla “Terza missione” nel sito web del Dipartimento, agli eventi e alle iniziative organizzati; la visibilità è finalizzata anche alla promozione di ulteriori iniziative e alla partecipazione di tutti i componenti del Dipartimento;

f) monitorare l'impatto delle attività rivolte al pubblico;

g) monitorare l'impegno dei docenti e del personale tecnico-amministrativo (es. giornate o mesi/uomo);

h) incentivare le attività di “Terza missione” attraverso la diffusione delle iniziative promosse e la divulgazione delle opportunità rivenienti da bandi, call etc.

 

Indicatori per il monitoraggio di tali azioni saranno il numero delle attività di “Terza missione” svolte, il numero dei docenti promotori di tali attività ed i finanziamenti ottenuti.

La Commissione programmerà incontri di lavoro periodici (ad esempio due volte l'anno) per monitorare le attività di "Terza missione" svolte e programmerà un incontro annuale di autovalutazione sulle azioni da essa svolte e sui possibili correttivi volti al miglioramento e/o potenziamento delle stesse azioni.

Pubblicato il: 18/02/2016