Strumenti personali

sistemi-giuridici-ed-economici
Logotipo di UniBaSistemi Giuridici ed Economici del Mediterraneo: societa', ambiente, culture

Sezioni

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Dottorato di ricerca innovativi a caratterizzazione industriale 33° ciclo

a.a. 2017/2018

Il Dottorato di Ricerca in “Diritti, Economie e Culture del Mediterraneo”, ha ricevuto il finanziamento di n. 3 Borse di Dottorato aggiuntive relative al 33° ciclo, a valere sul PON FSE-FESR Ricerca e Innovazione 2014 – 2020, Azione I.1 “Dottorati Innovativi con caratterizzazione industriale”; per l’anno accademico 2017/2018.

Con il Decreto Direttoriale 29 luglio 2016, n. 1540, e D.D. 5 giugno 2017, n.1377, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) ha avviato e proseguito, rispettivamente, l'attuazione delle misure a sostegno del capitale umano previste dal PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 (PON RI):

Asse I - Investimenti in capitale umano

Azione I.1 Dottorati Innovativi con caratterizzazione industriale.

L'intervento si inserisce all'interno del Programma Nazionale della Ricerca 2015-2020 e prevede il finanziamento di borse di dottorato di durata triennale, cofinanziate dal Fondo sociale europeo (FSE), aggiuntive rispetto a quelle già finanziate dalle Università.

Il PON RI 2014-2020 interessa le regioni in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna) e le regioni in ritardo di sviluppo (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia) con una dotazione finanziaria complessiva di 1.286 milioni di euro.

Ulteriori dettagli sul sito http://www.ponricerca.gov.it

Obiettivo prioritario del PON RI è il riposizionamento competitivo delle regioni più svantaggiate allo scopo di produrre mutamenti di valenza strutturale per accrescere la capacità di produrre e utilizzare ricerca e innovazione di qualità per l'innesco di uno sviluppo intelligente, sostenibile e inclusivo. Si intende pertanto intensificare la collaborazione con il mondo imprenditoriale e consentire ai dottorandi di qualificare "in senso industriale" le proprie esperienze formative e di ricerca, con ricadute sia sul tessuto produttivo dei territori interessati dal programma sia occupazionali. PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 Dottorati Innovativi con caratterizzazione industriale 2017-2018


Borsa n. 1 - Codice di progetto H92H18000040006

Titolo del progetto di ricerca: "Profili Evolutivi della Disicplina del Trasporto Multimodale nel quadro della Mobilità Sostenibile. Funzioni e Responsabilità dell’operatore di Trasporto Multimodale”

Tutor Accademico: Prof. Nicolò Carnimeo

Dottorando: dott. Fabrizio Cesareo

Breve descrizione dell'operazione: Il tema della ricerca proposta, nell’ambito del Dottorato Innovativo con caratterizzazione industriale, avente come titolo “Profili evolutivi della disciplina del trasporto multimodale nel quadro della mobilità sostenibile. Funzioni e responsabilità dell’operatore di trasporto multimodale” indaga l’ambito di operatività dell’Operatore del Trasporto Multimodale (O.T.M.) e della relativa responsabilità, alla luce della copiosa normativa internazionale e interna.Tra gli obiettivi si annovera la possibilità di sviluppare un approccio sinergico tra i concetti di trasporto e sviluppo sostenibile. L’impatto di tale ricerca risulta particolarmente significativo rispetto alle direttive di sviluppo regionale ove è attivo il Distretto Produttivo Logistico, istituito in Puglia nel 2010, che ha come faro quello di rafforzare le imprese locali per mezzo della rete di collegamenti autostradali, ferroviari, portuali e aeroportuali. In tali prospettive ulteriore scopo della ricerca è l’analisi dei formulari contrattuali adottati nella pratica dei traffici intermodali e la creazione di nuovi modelli. Tale lavoro sarà effettuato anche durante il periodo di stage aziendale presso la GTS spa di Bari nonché attraverso un’indagine comparativa sul materiale bibliografico e giurisprudenziale grazie alle ricerche effettuate soprattutto nell’ Università di Bari e Bialystok in Polonia, ove è previsto altro periodo di sei mesi.


Borsa n. 2 - Codice di progetto H92H18000060006

Titolo del progetto di ricerca: "Sviluppo del Retargeting Digitale per le Aziende del Made in Italy"

Tutor Accademico: Prof. Cesare Amatulli

Dottorando: Dott. Giuseppe Colella

Breve descrizione dell'operazione: Il progetto di ricerca ha lo scopo di far luce su come i luxury brand possono massimizzare l’efficacia delle loro campagne di digital marketing. L’obiettivo, pertanto, è offrire nuovi spunti per migliorare l’analisi dei dati generati dalle piattaforme digitali (e-commerce e/o social networks) e la comunicazione online, attraverso una profilazione dello user. In particolare, la ricerca si propone di studiare l’efficacia dei contenuti digitali a seconda del tipo di consumatore del lusso da targetizzare investigando come i luxury brand debbano interagire online con i diversi consumatori del lusso distinti sulla base della cosiddetta “dicotomia del lusso”: consumo “internalizzato”, prevalentemente basato sull’acquisto di prodotti in linea con lo stile individuale e consumo “esternalizzato”, prevalentemente basato sull’acquisto di prodotti posizionali a livello sociale. L’attività di ricerca del dottorando si svilupperà in due fasi: una prima vedrà il dottorando impegnato con lo studio del comportamento dei consumatori sulle piattaforme digitali utilizzate dalle aziende del lusso ed una seconda focalizzata sull’individuazione delle strategie di remarketing differenziate sulla base del tipo di approccio al lusso. I risultati del presente progetto di ricerca permetteranno di comprendere come diversificare le strategie di digital marketing sulla base del tipo di target market. I risultati potranno quindi supportare le aziende nello sviluppo di migliori strategie di comunicazione online.


Borsa n. 3 - Codice di progetto H92H18000050006

Titolo del progetto di ricerca:  "Valutazione dell'impatto budgettario che il recepimento delle linee guida GOLD nella città di Taranto ha prodotto sul bilancio del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e delle organizzazioni locali"

Tutor Accademico: Prof. Antonio Felice Uricchio / prof. Nicola Fortunato

Dottorando: Dott.ssa Daniela Lafratta

Breve descrizione dell'operazione: Nelle politiche ambientali dell'UE, il principio “chi inquina paga” viene raccordato con “la prevenzione paga”, che anticipa la tutela promuovendo lo sviluppo di tecnologie pulite ed il risparmio di risorse scarse e di energia. Con la Legge Regionale n. 21 del 24 luglio 2012 la Regione Puglia è la prima in Italia ad introdurre nel proprio ordinamento giuridico lo strumento della Valutazione del danno sanitario (VDS) col precipuo fine di prevenire ed evitare un pericolo grave, immediato o differito, per la salute degli esseri viventi e per il territorio. 
Essa prevede l’effettuazione di una valutazione del danno sanitario per stabilimenti industriali insistenti su aree ad elevato rischio di crisi ambientale e/o SIN della Regione Puglia soggetti ad AIA e che presentino il requisito aggiuntivo di essere fonti di idrocarburi policiclici aromatici, di produrre polveri o di scaricare reflui nei corpi idrici. Il campo di applicazione della suddetta legge si estende quindi alle aree di Brindisi e Taranto, già dichiarate “aree a elevato rischio di crisi ambientale” e oggetto dei piani di risanamento. 
Le patologie respiratorie croniche, correlate, come da studi scientifici, con l’inquinamento dell’aria, tra queste la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO),  costituiscono ancora oggi uno dei più rilevanti problemi sanitari sia per l’impatto epidemiologico in termini di mortalità sia per gli elevati costi sanitari.

Al fine di migliorare la gestione della BPCO, dall’intervento di prevenzione primaria sui fattori di rischio al trattamento comportamentale e farmacologico, nel 1998 è stato implementato il Progetto Mondiale per la Diagnosi, il Trattamento e la Prevenzione della BPCO (GOLD – Global Initiative for Chronic Obstructive Lung Disease). 
La presente ricerca intende valutare l’impatto budgettario che il recepimento delle linee guida GOLD nella città di Taranto ha prodotto sul bilancio del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e delle organizzazioni locali. 

Pubblicato il: 17/04/2018  Ultima modifica: 09/06/2021